Con occhi diversi

 

Molto bella la motivazione:
“Partendo dall'articolo 23 della Convenzione sui diritti dell'infanzia che sancisce, tra le altre cose, che le scuole devono aiutare il bambino con disabilità a condurre una vita il più possibile autonoma, l'Unicef riconosce al video "Con occhi diversi" di aver saputo raccontare in modo particolarmente sensibile e coinvolgente la quotidianità dei bambini con disabilitá sensoriali. 
Dalle testimonianze riportate nel filmato emerge infatti la necessità di una assistenza specifica nelle scuole per permettere a questi ragazzi di accedere ai contenuti delle diverse materie al pari dei coetanei.”